Lunario Di Settembre

Stampa   |   Correggere

(Il processo di Nogaredo)
(Fossati - Lamberti Bocconi)
L'Accusa
Durante gli interrogatori ? riuscito
che le imputate
in tempo di luna al primo quarto
hanno rinunziato al sacramento
del battesimo
seducendosi l'una per l'altra
a commettere tale mancamento
permettendo per maggiore dannazione
delle loro anime
di essere ribattezzate
con una nuova infusione d'acqua
sopra il capo
essendosi sottoposte a tal legame
di obbedienza
al Nemico del genere umano

Che in tempo di luna piena
a ore comode, ai malfatti propizie
erano portate in aria
invisibilmente
in maledetti congressi
dove venivano compiute
diversit? e quantit? di incantagioni, sortilegi
giochi bestiali ed ereticali

Che i luna di ultimo quarto
hanno esse confessato le violenze
i venefici, i danni infiniti
le infermit? incurabili
alle persone, agli animali

I luna nuova di settembre
la distruzione dei raccolti
nelle campagne
mediante la sollevazione
di venti e tempi
impetuosi

Dialogo fra l'inquisitore e un'imputata
Ma tu chi sei
cos'hai perch? non parli
non argenti di stelle
questo scialbo mattino
non sei tu stessa
a incasellarli
gli astri lucenti
nel grande albo del cielo
o sei anche tu una figurina
senza potere
se non nelle notti
di ferire i viandanti
come spina

Ahi signore
se potesse tutto il male
che mi consuma
mutare la spada tua
in un giro di scale armoniche
ascendenti
o in una strada
che via mi conducesse
Ma non vale niente che io faccia
che resista o che cada
tu non capisci
? questo il grande lutto
che oscura le mie vesti
ma voglio dirti la verit?
dal lato brutto a cui non si rimedia
tu non capisci
? questo il grande mare
io non ti amo
? questa la tragedia

La sentenza
Visto il processo
coi testimoni esaminati
dove manifestamente si comprova
il corpo dei diversi delitti
per essere stati commessi
viste le dottissime difese
per psarte delle dette rappresentate
viste finalmente
le cose che devono vedersi
e considerate
quelle che devono essere considerate
avuto il parere decisivo
dei molti illustri e chiari signori
commissari di questa giurisdizione
affinch? non abbiano a gloriarsi
delle loro pessime opere
ad esempio di altri
in via definitiva
sentenziamo e condanniamo

Il 14 aprile 1647, nel luogo designato
davanti ai contadini obbligati ad assistere al supplizio
vengono decapitate:
Lucia Caveden, Domenica, Isabetta e Polonia Graziadei,
Caterina Baroni, Ginevra Chemola e Valentina Andrei
i corpi sono bruciati, i resti seppelliti alle Giarre in terra maledetta
I beni delle donne confiscati






Captcha